Raccontato da Gabriele Rossoni

Nel 1964 un’équipe di giovani studiosi dell’Università di Roma “La Sapienza” iniziò lo scavo di un grande sito inesplorato della Siria settentrionale, a circa 60 km a sud di Aleppo. Quando dieci anni dopo riemerse l’archivio reale di una ricca e potente città del III millennio a.C., era oramai certo che la città che stavano pazientemente esplorando era l’antica Ebla. Da allora la storia della Mesopotamia e delle matrici vicino-orientali della nostra cultura occidentale venne riscritta, assieme ad Ebla venne scoperta una nuova lingua, una nuova cultura, una nuova storia.

Gabriele Rossoni, archeologo orientalista che ha partecipato agli scavi di Ebla per 12 anni, ripercorre la storia degli scavi dell’antica città, interrotti solo nel 2010 dalla guerra civile siriana, introducendoci alla storia e all’arte del Vicino Oriente Antico, dalla nascita delle città e delle prime forme di scrittura ai grandi imperi egemoni di Assiria e Babilonia. In 5 video-conferenze.