Caricamento Appuntamenti

Perché Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018?

La città di Palermo, nella sua dimensione metropolitana che coinvolge più di 1 milione di abitanti, ha accolto la nomina a Capitale Italiana della Cultura come una grande e nuova opportunità per trasformare le proprie complessità e contraddizioni in elementi rigenerativi per il compimento di un processo di trasformazione urbana, sociale e culturale fondato sul rispetto dei diritti e della legalità.

Palermo, per la sua storia passata e il suo presente, è espressione delle diverse culture europee che hanno sempre dialogato con il mondo arabo, una sorta di capitale mediorentale collocata all’interno della complessa cultura europea.

La cultura è uno strumento di confronto, di conoscenza dell’altro, di superamento delle differenze come ostacolo alla convivenza pacifica; la cultura genera consapevolezza di sé e del proprio ruolo sociale imponendo il riconoscimento dei diritti individuali e collettivi. Per tutto questo è importante per questa città diventare capitale della cultura italiana.

Palermo è una città-mosaico, dove ogni tessera è un’espressione di mondi diversi. Nella sua storia ha sempre mostrato un’attitudine e una vocazione a costituirsi come luogo delle interfacce culturali, come ancora oggi testimoniano il suo paesaggio, la sua lingua, i suoi monumenti, la sua cucina e il suo tessuto urbano. Simbolo di questa condizione è la lapide del Palazzo della Zisa redatta nel 1149, in giudaico, in latino, in greco e in arabo che testimonia la multietnicità della corte di Ruggero II e il rispetto per tutte le religioni e tutti i popoli che abitavano la Sicilia del tempo.

Scarica il programma del viaggio

Vuoi partecipare a questo viaggio?

Puoi farlo nel modo che preferisci:

  • Chiamandoci al numero: 06.45504424

  • Compilando il modulo qui sotto

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Cellulare (richiesto)

Posti