Raccontato da Carla Vaudo

Nel pensiero medievale ogni oggetto materiale era considerato come la figurazione di qualcosa che gli corrispondeva su un piano più elevato e che diventava così il suo simbolo. Il simbolismo era universale, e il pensare era una continua scoperta di significati nascosti, una costante “ierofania”. La ricerca di questa Manifestazione del Divino diventa visibile e tangibile in affreschi, sculture, miniature che permettono a noi moderni di entrare nella mente degli uomini del Medioevo, nelle immagini che riempivano le loro veglie e i loro sogni, elaborati nel tentativo di interpretare il mondo terreno e ultraterreno.

In questo ciclo di 7 video-conferenze Carla Vaudo affronta un viaggio intenso e avvincente nella ricchezza dell’immaginario medievale.

Carla Vaudo da vent’anni lavora con Flumen e ha contribuito in modo significativo allo sviluppo dell’Associazione attraverso una costante ideazione di viaggi, corsi e conferenze, visite guidate e laboratori didattici. È la responsabile della sede Flumen di Latina.
È laureata e specializzata in Archeologia Medievale presso la Sapienza di Roma, diplomata e perfezionata in Archeologia Cristiana presso il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana, e ha condotto numerose campagne di scavo.
Autrice dei precedenti cicli di video-lezioni I Longobardi in Italia, I Bizantini in Italia, Dar al-Islam: arte e cultura del mondo islamico nel medioevo , I Normanni in Italia e Il Cammino di Santiago, oltre che del ciclo di video-narrazioni musicali Luce-Tempo-Dono e Viaggio a Granada, disponibili all’interno della Videoteca di Flumen.